/

Parma – Ex Convento delle Vincenzine

Il complesso immobiliare risale al 1700, per iniziativa di alcuni ecclesiastici e secolari che si riunivano nella chiesa di San Bartolomeo. Posto all’interno del centro storico parmense, si sviluppa su due piani fuori terra oltre un sottotetto, solo parzialmente praticabile e un piano interrato. Si articola in 6 unità immobiliari di cui 2 abitazioni con annesse cantine, due autorimesse, un magazzino e una vasta unità immobiliare in categoria B/1. L’intero compendio è ormai in disuso da oltre un decennio. Nel 1999 il complesso venne acquistato dal Ministero delle Finanze, dipartimento del Territorio, per la conservazione delle funzioni pubbliche già presenti, durato fino all’abbandono della struttura.

Share:
via Borgo Riccio da Parma 23 -25 -Borgo Felino 36-38-42 - 43121 Parma (PR)

Dettagli

Tipo proprietà
Altro, Commerciale, Direzionale, Residenziale
SLP Totale (m²)
Stato manutentivo
Da valorizzare
Stato occupazionale
Libero

Il complesso immobiliare è posto all’interno del centro storico parmense e si sviluppa su due piani fuori terra oltre un sottotetto, solo parzialmente praticabile e un piano interrato. Si articola in 6 unità immobiliari di cui 2 abitazioni con annesse cantine, due autorimesse, un magazzino e una vasta unità immobiliare in categoria B/1. L’intero compendio è ormai in disuso da oltre un decennio, e necessita di interventi manutentivi strutturali.

La costruzione del complesso statale risale al 1700, per iniziativa di alcuni ecclesiastici e secolari che si riunivano nella chiesa di San Bartolomeo e fondarono la Casa di educazione San Vincenzo de Paoli, avendo costituito la cosiddetta “Congregazione della Carità San Vincenzo de Paoli” con lo scopo di aiutare la ragazze povere, bisognose di educazione ed esposte ai pericoli del malcostume. Con Regio decreto del 11/02/1923 il conservatorio confluì con altri istituti in un nuovo ente denominato “Istituti Femminili raggruppati di educazione e di beneficenza”. Dopo vari passaggi di proprietà e gestione, nel 1939 l’ente comunale di Assistenza vendette l’edificio all’amministrazione provinciale di Parma che lo trasformò nella Caserma degli agenti di Pubblica Sicurezza «A. Paoloemilio». Nel 1999 il complesso venne acquistato dal Ministero delle Finanze, dipartimento del Territorio, per la conservazione delle funzioni pubbliche già presenti, durato fino all’abbandono della struttura.

Il complesso immobiliare è posto all’interno del centro storico parmense, a cavallo delle vie Borgo Riccio da Parma e Borgo Felino, su cui si attestano i prospetti principali e i rispettivi accessi, sia carrabili che pedonali. L’area rientra nella zona a traffico limitato della città, ma la centralità della posizione è tale da consentire la fruibilità senza l’utilizzo di mezzi privati, anche per l’ampia accessibilità delle linee di trasporto urbano. Il contesto nel quale è inserito il compendio è prevalentemente residenziale per gli immediati dintorni, mentre è caratterizzato da un’elevata presenza di attività terziarie, che si attestano lungo i principali assi stradali, primi fra tutti la vicina via Farini dove si trovano ristoranti e trattorie tipiche e sportelli bancari.

Inquadramento urbanistico

Contatto

ICE - Italian Trade Agency

Richiedi informazioni

Pianta principale

Parma – Ex Convento delle Vincenzine Pianta principale