/

Avanti con l’alta velocità Brescia-Verona: Saipem-Fs firmano contratto da 1,6 mld euro

Pubblicato: 25 giugno 2018

Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e il Consorzio Cepav due, controllato da Saipem (Eni) al 59%, – dopo l’ok del Cipe nel 2017 – il 6 giugno 2018 hanno firmato il contratto da 1,6 miliardi di euro per la realizzazione del primo lotto costruttivo della tratta ferroviaria ad alta velocità Brescia Est-Verona, in sostanza l’addendum alla concessione Tav firmata nel 1991.

Il costo contrattuale delle opere affidate al General Contractor è di 1,6 miliardi di euro. La quota di competenza Saipem è pari a circa 970 milioni di euro.