/

In Emilia-Romagna 4 mld di ricavi potenziali dai vecchi edifici

Pubblicato: 20 aprile 2018

Riqualificando il 10% degli edifici costruiti in Emilia-Romagna ante 1980 (124 milioni mq) si potrebbe creare un indotto di 3,9 miliardi di euro, occupando circa 31 mila persone e con risparmi energetici per 88,3 milioni di euro l’anno.

A calcolarlo è lo studio Build Lab (Laboratorio di Innovazione e Finanza per l’Edilizia Sostenibile) di Aster, società regionale per l’innovazione e la ricerca industriale, con il contributo di Nomisma nell’ambito del progetto europeo Buildinterest (Horizon 2020).

Gli esperti hanno calcolato che per essere giudicati ammissibili, i progetti di ristrutturazione, devono garantire un rientro dell’investimento in massimo 12 anni e un risparmio energetico superiore al 35%.