/

Lo smart working unisce baby boomers e millennials

Pubblicato: 6 settembre 2018

Secondo una ricerca di Spaces, brand di Iwg, lo smart working è una modalità di lavoro usata e gradita a prescindere dall’età.

A livello globale il 51% delle persone nate prima del 1964 lavora da remoto per più di metà della settimana, rispetto al 49% di chi è nato dopo il 1980.

Oltre 18.000 professionisti di diversi settori industriali provenienti da 96 Paesi sono stati intervistati nell’ambito dell’indagine, che ha coinvolto anche 189 rispondenti italiani.

Il campione è tratto da un database di contatti di oltre 2,1 milioni di uomini d’affari, manager o titolari di aziende in tutto il mondo.