Siete già iscritti? /

Isola di Poveglia e Ottagono (VE) – Porzione edificata

L’isola di Poveglia risulta essere fra le isole minori di maggiore estensione nella Laguna sud della Serenissima; è composta complessivamente da tre isolotti ravvicinati che si conformano, approssimativamente, in un tronco di piramide.

Il bene oggetto di analisi (lotto 2) è costituito da due isolotti ravvicinati: a sud si trova l’Ottagono, a forma ottagonale, con muro di marginamento in mattoni, già adibito a scopo difensivo dell’isola e in passato dotato di costruzioni militari fortificate; a nord, in posizione centrale rispetto all’intero compendio dell’isola, si sviluppa l’area su cui insistono i manufatti costituenti l’ex stazione sanitaria e sono altresì presenti alcuni terreni destinati a orto.

Dettagli

Tipologie immobile
Edificio storico, Altre tipologie
Funzioni ammesse
Altre funzioni, Commerciale, Direzionale, Residenziale, RSA/Senior Housing, SPA/Benessere, Student House, Turistico ricettivo
Superficie territoriale (m²)
34.200 m²
SLP Totale (m²)
Anno di costruzione
1700-1800
Stato manutentivo
Da valorizzare
Stato occupazionale
Libero

Poveglia, anticamente Pupilia, assieme a Malamocco, fu uno dei primordiali insediamenti lagunari. In origine, vi si stabilirono popolazioni di origine padovana a far data del V° secolo d.C.; nell’anno 874 vi sono notizie riguardanti il confino dei servi e degli schiavi del Doge Pietro Tradonico, ucciso in congiura, che godettero per decisione di Orso Partecipazio di notevoli privilegi e del diritto di disporre del castello, del vigneto e delle saline esistenti allora nell’isola.

Durante il secolo XIV e XVII piante e mappe tramandano l’esistenza di chiesa, campanile, casa del cappellano, orto recintato, barco, vera da pozzo, “teson dei calafati” e della fortificazione ottagonale.
I rimanenti edifici oggi esistenti, per lo più padiglioni ospedalieri, risalgono agli anni compresi tra il 1900 ed il 1945.

La conformazione dell’isola, nel tempo è variata considerevolmente, ridotta da mareggiate e dalla mancanza in passato dell’opera di marginamento. Tuttavia, la conformazione che oggi conosciamo è rimasta pressoché invariata sin dal diciannovesimo secolo, come testimoniano anche le cartografie catastali.

Ad oggi, tutti gli edifici presenti sull’isola, anche a causa del prolungato inutilizzo e dell’assenza di interventi manutentivi, si presentano in precarie condizioni generali, soprattutto per quanto riguarda le coperture nella maggior parte dei casi collassate. Tuttavia, la muratura di mattoni pieni non denota fessurazioni o segni di cedimento e non presenta neppure segni di risalita d’acqua, a comprova della buona qualità costruttiva degli edifici.
I fabbricati risultano, comunque, privi di impianti tecnologici (parzializzati e obsolescenti) e di serramenti, ormai divenuti inservibili.
Ad oggi l’isola non dispone di fornitura d’acqua potabile, il cui collegamento risulta da ripristinare; discorso analogo vale per quanto riguarda la fornitura di gas domestico.
All’interno del corpo di fabbrica principale risulta presente una cabina di trasformazione elettrica, tuttora funzionante.

Occorre evidenziare che la quasi totalità dei corpi di fabbrica esistenti risulta avvolta da vegetazione spontanea infestante che, oltre a precluderne l’accesso e limitarne la visibilità, accentua il degrado delle strutture.

Il compendio è situato nella laguna sud di Venezia, prospiciente alla località Malamocco della più grande Isola del Lido. L’arcipelago di Poveglia è delimitato dal Canale di Santo Spirito a nord-est, il canale di Poveglia a nord-ovest (già canale delle Contumacie) e il profondo canale di Malamocco a sud.

La posizione dell’isola di Poveglia risulta alquanto privilegiata, trovandosi a breve distanza dalla bocca di porto di Malamocco, quindi, di facile accesso per le imbarcazioni provenienti dal mare aperto e il tessuto urbano circostante è dotato di molteplici infrastrutture, tra cui due importanti stazioni ferroviarie (Venezia Mestre e Venezia Santa Lucia), le arterie autostradali Venezia – Milano e Venezia – Trieste, i porti di Venezia e Chioggia nonché l’aeroporto Marco Polo.

Superficie lorda
7600 mq
Superficie fondiaria
39300 mq
Superficie sedime
5000 mq
Superficie scoperta
34200 mq
autorizzazione alla concessione

L’isola di Poveglia risulta essere fra le isole minori di maggiore estensione nella Laguna sud della Serenissima; è composta complessivamente da tre isolotti ravvicinati che si conformano, approssimativamente, in un tronco di piramide.

Il bene oggetto di analisi (lotto 2) è costituito da due isolotti ravvicinati: a sud si trova l’Ottagono, a forma ottagonale, con muro di marginamento in mattoni, già adibito a scopo difensivo dell’isola e in passato dotato di costruzioni militari fortificate; a nord, in posizione centrale rispetto all’intero compendio dell’isola, si sviluppa l’area su cui insistono i manufatti costituenti l’ex stazione sanitaria e sono altresì presenti alcuni terreni destinati a orto.

Procedure

Concessione di valorizzazione con bando pubblico

Venezia (VE)

Contatto

ICE - Italian Trade Agency

Richiedi informazioni

Pianta principale

Isola di Poveglia e Ottagono (VE) – Porzione edificata Pianta principale