/

I segnali di dinamicità del mercato immobiliare italiano faticano a trasferirsi sui prezzi

Pubblicato: 2 aprile 2018

Nei 13 mercati intermedi – a differenza di quelli metropolitani – nell’ultimo anno per Nomisma i valori immobiliari oltre a ridursi hanno fatto registrare un rallentamento del trend di recupero, sia dei prezzi di compravendita (in media -1,2% la variazione 2017-2018 per le nuove abitazioni e -2% quella dell’usato) che dei canoni di locazione.

La residua debolezza rilevata in corrispondenza dei prezzi rappresenta – per Nomisma – un retaggio del passato (sopravvalutazioni) e fragilità correnti (composizione della domanda e dipendenza da mutui).