Siete già iscritti? /

Isola di Pellestrina (VE) – Ex Forte Caroman con batteria Barbarigo

Nella forma di fine ‘700 il ridotto Caroman si presentava come un’opera in terra, chiusa, a tracciato irregolare con perimetro protetto da un fossato presente tutt’oggi. L’opera, il cui impianto è databile tra il 1832-1842, venne fornita della struttura centrale detta Blockhaus nel 1860 e, alla vigilia del primo conflitto mondiale, a potenziamento della vecchia fortificazione, fu edificata nel 1912 la più moderna Batteria Barbarigo e demolite le preesistenti opere napoleoniche.
Appartiene al sito UNESCO “Venezia e la Sua Laguna” dal 1987.

Isola di Pellestrina, località Cà Roman, snc - 30126 Venezia (VE)

Dettagli

Tipologie immobile
Altre tipologie, Edificio cielo/terra, Terreno
Funzioni ammesse
Altre funzioni, Turistico ricettivo
Superficie territoriale (m²)
29.807 m²
SLP Totale (m²)
GLA totale
Contratti e vincoli

-

Anno di costruzione
1832-1842
Stato manutentivo
Da valorizzare
Stato occupazionale
Libero

Composto da un terreno di ampie dimensioni, di conformazione irregolare, su cui sorge il nucleo fortificato costituito da diversi edifici di varia tipologia edilizia, circoscritto da un canale artificiale non collegato né alla Laguna né al Mare Adriatico. Sottoposto ai vincoli di cui al D.lgs 42/2004 così come accertato con provvedimento del 19/11/2018.

All’interno del nucleo fortificato, i cui fabbricati risalgono ai primi anni del 1900, a cui vi si accede tramite un ponte che attraversa il fossato artificiale, si sviluppa la fortificazione. Sul fronte mare erano apprestate le postazioni per artiglieria e riservette, difese da un terrapieno. Vi sono poi quattro fabbricati, a pianta pressoché rettangolare, di un piano fuori terra con struttura portante in muratura ordinaria di mattoni pieni e solaio di copertura laterocementizio rinforzato e piano, adibiti ad uso casermaggio e deposito. Infine, posizionata sul fronte orientale del compendio, è presente la Batteria Barbarigo. Quest’ultimo corpo di fabbrica, sviluppato a pianta pressoché rettangolare, risulta edificato interamente in cemento armato con setti murari di notevole spessore in grado di resistere ai colpi d’artiglieria, presenta al piano terra una serie di locali voltati con apertura sul prospetto ovest, collegati tra loro da un corridoio a levante dei locali stessi dal quale, mediante dei pozzi verticali, venivano elevate le munizioni alle sovrastanti quattro postazioni d’artiglieria pesante allocate in strutture metalliche girevoli posizionate sul solaio di copertura, oggi non più presenti.
L’opera in trattazione, dismessa dal Ministero della Difesa nel 2007, è in stato di inutilizzo e, attesa la mancata manutenzione, si presenta in precarie condizioni generali.

Il canale che circonda la fortificazione possiede esclusivamente una funzione difensiva e non ha alcuna valenza idraulica in quanto non collegato all’ambito della laguna e del mare; non è da considerarsi quale pertinenza demaniale marittima bensì alla stregua di un terreno pertinenziale.

Non vi è documentazione attestante l’avvenuta bonifica bellica del sito.

Il compendio è ubicato nel contesto insulare del capoluogo lagunare, precisamente nella zona meridionale dell’Isola di Pellestrina in località Ca’ Roman. Unita a Pellestrina dalla diga artificiale dei “murazzi”, Cà Roman costituisce il lembo meridionale dei lidi che, da Cavallino a Chioggia, separano la laguna di Venezia dal mare.
E’ situato all’interno dell’ambito della Riserva Naturalistica Lipu Ca’ Roman; trovandosi in posizione pressoché isolata rispetto all’abitato di Pellestrina, è fornito tuttavia dal sistema di trasporto di navigazione pubblico locale che collega Venezia alla vicina città di Chioggia e facilmente raggiungibile anche con natanti privati in relazione alla vicinanza con la bocca di porto di Chioggia.

A - Batteria Barbarigo
823 m²
B - Casermaggio
216 m²
C - Casermaggio
52 m²
D - Casermaggio
23 m²
E - Casermaggio
104 m²
Area scoperta pertinenziale Nucleo Fortificato
10779 m²
Terreni e Canale
17810 m²

Nella forma di fine ‘700 il ridotto Caroman si presentava come un’opera in terra, chiusa, a tracciato irregolare con perimetro protetto da un fossato presente tutt’oggi. L’opera, il cui impianto è databile tra il 1832-1842, venne fornita della struttura centrale detta Blockhaus nel 1860 e, alla vigilia del primo conflitto mondiale, a potenziamento della vecchia fortificazione, fu edificata nel 1912 la più moderna Batteria Barbarigo e demolite le preesistenti opere napoleoniche.
Appartiene al sito UNESCO “Venezia e la Sua Laguna” dal 1987.

Procedure

Vedi dettagli contatto

Isola di Pellestrina, località Cà Roman, snc - 30126 Venezia (VE)

Contatto

ICE - Italian Trade Agency

Richiedi informazioni

Pianta principale

Isola di Pellestrina (VE) – Ex Forte Caroman con batteria Barbarigo Pianta principale